La Direttiva
Ecodesign
per un’Europa più verde

Abbiamo le risposte che cercate sulla nuova Direttiva sull’Efficienza Energetica

La Direttiva Ecodesign - nota anche come Direttiva ErP - impone nuovi livelli minimi di efficienza per i motori elettrici ed elimina alcune delle eccezioni sinora valide. Se vendete macchine con motori elettrici in Europa, è necessario che rispettino i nuovi requisiti sull'efficienza energetica a partire dal primo luglio 2021. Adeguarsi ai nuovi requisiti è un'ottima possibilità per ottimizzare il bilancio energetico delle vostre macchine.

Noi siamo pronti in ogni momento per supportarvi nel rendere l'implementazione più semplice possibile.

Checklist – Cosa devo fare?

Verificate la nostra checklist EcoDesign: come rendere le vostre macchine a prova di futuro ed efficienti dal punto di vista energetico.

Usate la nostra checklist per verificare se siete interessati dalla Direttiva sull'Efficienza Energetica. Scaricate i nostri Fact Sheet dedicati a ogni paese per verificare i requisiti internazionali.

Guardate il video

Una sintetica panoramica sulla Direttiva Ecodesign e su quello che comporta per voi. Il video mostra inoltra le scadenze per adeguare i motori elettrici attualmente in uso e come possiamo aiutarvi a farlo.

Please notice

The video is only displayed if you have agreed to the use of "targeting cookies" in the cookie banner. You can adjust your cookie settings at any time in the privacy policy#use of cookies section.

Avete delle domande specifiche, per esempio sulle classi di efficienza come IE3?

Direttiva Ecodesign

Verificate nella lista delle FAQ.

Saremo di lieti di rispondere ai vostri quesiti e aiutarvi a identificare i motori interessati dalla Direttiva

Richiedete ora la checklist

Verificate passo dopo passo quali dei vostri motori ricadono nell'ambito di applicazione della Direttiva Ecodesign e come passare a una soluzione a prova di futuro.

Paesi diversi, diversi requisiti sull’efficienza energetica: Una panoramica

m500: la nuova piattaforma competitiva e ad alta efficienza energetica

La nuova gamma di motori Lenze

La nuova piattaforma m500 rappresenta una soluzione di azionamento a prova di futuro e impiegabile su scala globale. Le serie m550-H (IE2 fino a 0,55kW) e m550-P (IE3 da 0,75 a 22 kW) sono la soluzione ideale per una vasta gamma di applicazioni e sono ottimizzate per l’impiego con i riduttori g500 e la serie di inverter i500.

Sono inoltre conformi alle normative vigenti in un ampio numero di regioni del mondo, fra cui Europa, Stati Uniti e Asia.

L’ampia gamma di soluzioni disponibili consente di trovare la soluzione migliore per ogni applicazione e la configurazione con motore e riduttori integrati facilita il motaggio sulla macchina grazie alla sua compattezza.

Desiderate saperne di più?

Scoprite la nuova generazione di motori Lenze: a prova di futuro.

Pagina prodotto m550-H/P

Find successors now!

Use our change-over tool to easily find energy-efficient motors that comply with the new directive as successors to existing motors

Check here whether your current three-phase AC motors in use meet the minimum energy efficiency requirements that will apply from July 2021. All you need is the material number of your currently used electric motors.

FAQ: risposte ai quesiti più frequenti sulla Direttiva Ecodesign

I motori che utilizzo sono interessati dalla Direttiva Ecodesign?

Quali specifici motori sono interessati dalla normativa?

I motori a induzione senza spazzole in carbonio, commutatori, collettori rotanti o connessioni elettriche al rotore, progettati per funzionare con un voltaggio sinusoidale e che inoltre:

  • hanno due, quattro, sei o otto poli;
  • hanno frequenza nominale di 50 Hz, 60 Hz o 50/60 Hz;
  • hanno un voltaggio nominale di più di 50V e fino a 1,000 V;
  • hanno una potenza nominale uguale o superiore a 0.12 kW e minore o uguale a 1,000 kW;
  • sono progettati per servizio continuo; e
  • sono progettati per funzionare connessi alla rete elettrica pubblica.

Quali eccezioni sono consentite dalla Direttiva Ecodesign?

I motori elettrici non in servizio continuo sono esclusi dalla Direttiva. Questo vale per i modi operativi S3 e S6 con tempo di funzionamento inferiore all'80%. Sono definite anche ulteriori eccezioni:

  • Motori elettrici completamente integrati in un prodotto - per esempio, una pompa o un ventilatore. Il motore elettrico deve condividere dei componenti con l'apparato a cui trasmette il moto e non deve essere in grado di funzionare se ne viene separato.
  • Motori elettrici con controllo di velocità integrato - noti come drive compatti - la cui efficienza energetica non può essere testata indipendentemente dal controllo di velocità.
  • Ulteriori specifiche eccezioni che si applicano indipendentemente dal produttore, come il funzionamento in ambienti con temperatura superiore ai 60 °C, sono qui elencate. Queste eccezioni sono state descritte e pubblicate in collaborazione con l'associazione tedesca dei produttori di apparati elettrici ed elettronici.

In che misura i pezzi di ricambio rientrano nella Direttiva Ecodesign?

Fino al primo luglio 2029, i motori non conformi alla Direttiva possono essere utilizzati come pezzi di ricambio per motori montati su macchine e immessi sul mercato prima del primo luglio 2022. Tale utilizzo deve essere chiaramente indicato.

Quali sono gli impatti della Direttiva Ecodesign sui servomotori?

I servomotori non sono interessati dalla Direttiva Ecodesign, in quanto progettati di regola per essere gestiti tramite inverter e non collegati direttamente alla rete elettrica.

Come devono essere etichettati i motori interessati dalla direttiva?

La dichiarazione CE e il logo CE confermano la conformità agli standard e alle leggi in vigore nella UE, ivi incluso il rispetto della Direttiva Ecodesign. Inoltre, la Direttiva Ecodesign richiede che i seguenti dati siano compresi fra le informazioni fornite insieme al motore elettrico:

  • Efficienza a pieno carico
  • Classe d'efficienza
  • Anno di produzione

Quali sono i principali cambiamenti rispetto al precedente ambito di applicazione della Direttiva Ecodesign?

Anche se la nuova Direttiva Ecodesign esclude i pezzi di ricambio per il momento, le seguenti eccezioni cesseranno di essere valide dalla data di applicazione del 1 luglio 2021:

  • I motori elettrici con freni saranno inclusi nell'ambito della Direttiva.
  • I motori elettrici gestiti tramite inverter saranno interessati dalla Direttiva Ecodesign. Continuano a essere esclusi dall'ambito di applicazione i motori che possono essere utilizzati solo sotto inverter o che non funzionano in servizio continuo.
  • I motori che non funzionano in servizio continuo ricadono al fuori dell'ambito della Direttiva solo se sono progettati per funzionare nei modi operativi S3 o S6 con meno dell'80% del tempo di funzionamento.

Inoltre, per la prima volta, i motori elettrici con una potenza nominale inferiore a 0.75 kW sono interessati dalla Direttiva Ecodesign e devono avere almeno una classe di efficienza energetica pari a IE2.

Qualsiasi cosa vogliate sapere sulla Direttiva Ecodesign e sulla sua implementazione, questo è il posto giusto per ottenere risposte alle vostre domande.

Quali sono le informazioni di carattere generale da conoscere sulla Direttiva Ecodesign?

Che cos’è la Direttiva Ecodesign?

La Direttiva Ecodesign costituisce un quadro di riferimento legale stabilito dall'Unione Europea (UE). La Direttiva richiede che i costruttori di apparati che utilizzano energia incrementino l'efficienza energetica dei loro prodotti e ne riducano l'impatto ambientale. Questo requisito si applica tanto a elettrodomestici come le lavatrici, quanto a prodotti industriali come i motori elettrici.

I requisiti dettagliati in merito all'efficienza energetica di specifici prodotti sono definiti dalla UE nei regolamenti di implementazione. Il Regolamento della Commissione (CE) 640/2009 è un regolamento di implementazione che definisce specifici livelli minimi di efficienza per i motori elettrici.

Per semplicità, utilizzeremo il termine "Direttiva Ecodesign" in senso esteso, anche in riferimento ai regolamenti di implementazione per i motori elettrici.

Quando entrerà in vigore la Direttiva Ecodesign?

I motori elettrici sono soggetti ai requisiti della Direttiva Ecodesign fin dal 2011.

Dopo gli innalzamenti dei requisiti che hanno avuto luogo nel 2015 e nel 2017, la nuova versione della Direttiva richiede livelli di fficienza ancora superiori a partire dal primo luglio 2021, con l'introduzione del nuovo Regolamento della Commissione 2019/1781.

In quali paesi si applica la Direttiva Ecodesign?

In quanto quadro di riferimento legale della UE, la Direttiva Ecodesign è valida in tutti gli stati membri UE. Si applica inoltre nei seguenti paesi:

  • Norvegia
  • Islanda
  • Liechtenstein
  • Svizzera

In che cosa la Direttiva Ecodesign differisce rispetto allo standard IEC 60034-30?

Lo standard IEC suddivide i motori in classi di efficienza e li identifica con codici IE. Questa classificazione rende l'efficienza del motori elettrici confrontabile a livello internazionale. Al momento, sono definite le seguenti quattro classi di efficienza:

  • IE1 - Efficienza Standard
  • IE2 - Alta Efficienza
  • IE3 - Efficienza Premium
  • IE4 - Efficienza Super premium

Lo standard IEC non detta però requisiti minimi di efficienza. Questi sono stabiliti dalle diverse leggi applicabili in ciascuna area geografica, quali i regolamenti di implementazione della Direttiva Ecodesign.

Quali requisiti in particolare dovranno essere rispettati per il futuro?

Dal primo luglio 2021, i motori elettrici di nuova immissione sul mercato dovranno rispettare le seguenti classi di efficienza:

  • Potenza nominale superiore o uguale a 0.12 kW e inferiore a 0.75 kW: IE2
  • Potenza nominale superiore o uguale a 0.75 kW e inferiore a 1,000 kW: IE3

Inoltre, i motori elettrici di nuova immissione sul mercato dovranno rispettare le seguenti classi di efficienza a partire dal primo luglio 2023:

  • Potenza nominale superiore o uguale a 75 kW e inferiore a 200 kW: IE4

Cosa significa “immettere sul mercato”?

Nessun nuovo motore che non soddisfi gli ultimi requisiti può essere immesso sul mercato nell'area di applicazione della Direttiva dopo la data di entrata in vigore. "Immettere sul mercato" significa rendere un prodotto disponibile per la prima volta sul mercato rappresentato dall'Area Economica Europea. L'entità responsabile dell'immissione di un prodotto sul mercato può essere un produttore o un importatore.

I prodotti che sono esportati e che non rimangono nell'Area Economica Europea non sono considerati "immessi sul mercato". Questi prodotti possono pertanto continare a essere venduti nell'Area Economica Europea ma non possono essere marcati con il logo CE. Il venditore deve informare il cliente che il prodotto non può essere utilizzanto all'interno dell'Area Economica Europea.

Che cosa succede ai motori che non soddisfano i nuovi requisiti dopo la data di entrata in vigore?

Se i motori sono stati immessi per la prima volta sul mercato nell'Area Economica Europea prima della data data di entrata in vigore della Direttiva Ecodesign (es. importati), possono continuare a essere venduti o messi in servizio dopo la data di entrata in vigore.

Come devono essere etichettati i motori interessati dalla direttiva?

La dichiarazione CE e il logo CE confermano la conformità agli standard e alle leggi in vigore nella UE, ivi incluso il rispetto della Direttiva Ecodesign. Inoltre, la Direttiva Ecodesign richiede che i seguenti dati siano compresi fra le informazioni fornite insieme al motore elettrico:

  • Efficienza a pieno carico
  • Classe d’efficienza
  • Anno di produzione


La vostra domanda non è compresa in questa lista?

Saremo lieti di rispondervi individualmente.